Report on the X Simpósio Internacional da Sociedade Brasileira de Platonistas and VI Seminário Internacional Archai: A República de Platão, Brasil, August 2009

//Report on the X Simpósio Internacional da Sociedade Brasileira de Platonistas and VI Seminário Internacional Archai: A República de Platão, Brasil, August 2009

Report on the X Simpósio Internacional da Sociedade Brasileira de Platonistas and VI Seminário Internacional Archai: A República de Platão, Brasil, August 2009

TWO REPORTS by Tom Robinson and Maurizio Migliori of the

X Simpo?sio Internacional da Sociedade Brasileira de Platonistas and VI Semina?rio Internacional Archai : A Repu?blica de Plata?o

Universidade Federal de Uberla?ndia, 25 a 28 de agosto de 2009, Brasil.

First Report

With support from – among other sources – The International Plato Society, a combined conference comprising the Tenth International Symposium of the Brazilian Plato Society and the Sixth International Seminar ‘Archai’ took place at the Santa Monica campus of the Federal University of Uberlandia, Uberlandia, Brazil, from August 25 to 28, 2009. The theme of the conference was ‘The Republic of Plato’.

It was the first time that I personally had attended a meeting of either Society, and I was much impressed with the intellectual vitality that marked the occasion. Twenty eight scholars, from Brazil, Argentina, Canada, Italy, Peru and Venezuela were present (the number from Italy, it must be said,

was remarkable), and care was taken to avoid concurrent sessions, so that each and every paper had a chance of being heard and commented on by every scholar present at the conference who wished to hear it. Reasonable time was also made available for discussion of each paper.

The meeting followed the example of the IPS in its expectation that – within obvious limits – the language of one’s choice be used in both the lectures and the discussion. This meant in practice that Portuguese, Italian and Spanish were used at all times as the natural languages of communication.

Days were organized such that four papers were read, and commented on, each morning, and five more in the late afternoon. This allowed time, in the middle of the afternoon, for the many students present at the conference to read papers too, which they did with enthusiasm – some forty eight of them! Of course this meant that, given the constraints of time, sessions were on this occasion concurrent. But it was a memorable thing to see students attending a conference in such numbers, and so engaged with ideas; and one came away with high expectations for the future of Greek philosophy studies in Brazil if a significant number of those of them present at this conference finish up playing a part in them.

The same thing, indeed, can reasonably be said about the current status of Greek philosophy studies in Brazil, if this particular meeting is any indication of the way things are, as I am myself convinced it is. At all times one felt the dynamic leadership of the current president of the Brazilian Plato Society, Professor Gabriele Cornelli, and the calm and competent guiding hand of the conference organizer, Dr. Dennys Garcia Xavier, and one looks to both of them to make very strong contributions to Greek Philosophy studies in Brazil over the next many years.

Thomas M. Robinson, Professor Emeritus of Philosophy, The University of Toronto Ex-President, The International Plato Society

Second Report

Se esiste ancora il mito del sud del mondo e/o delle realta? latino-americane come luogo di un (magari simpatico e divertente) disordine, la perfetta organizzazione dell’ottimo convegno che si e? svolto a Uberlandia dovrebbe bastare a smentirlo in modo netto. Merito certo degli organizzatori, in primo luogo dei proff. Dennys Garcia Xavier (Un. di Uberlandia) e Gabriele Cornelli (Universita? di Brasilia), che sono anche riusciti ad interessare un discreto numero di enti che hanno sostenuto e promosso questa iniziativa. Parte del merito va poi distribuito al gruppo di giovani studenti che hanno curato con grande generosita? ed efficienza tutte le questioni tecniche.

E? stato cosi? possibile consentire ad un numero molto elevato di docenti e di studiosi di confrontarsi in un dibattito serrato su alcuni degli aspetti piu? rilevanti di uno dei massimi dialoghi platonici.

In effetti, uno dei pregi maggiori di questo convegno e? stato lo spazio che si e? riservato sempre al dibattito. I lavori prevedevano infatti due sessioni intervallate dal coffe break alla mattina, e due sessioni con due coffe break nel tardo pomeriggio (con conclusione ben dopo le 21). In sintesi, abbiamo avuto 28 conferenze; inoltre nel primo pomeriggio di ogni giornata si sono svolte le comunicazioni, che sono state 48.

Le relazioni delle conferenze erano state tutte gia? consegnate scritte e messe a disposizione dei partecipanti, a volte anche in forma non cartacea, ma con proiezione del testo, spesso in traduzione, in modo da superare nei limiti del possibile i problemi “linguistici”. Di conseguenza, i tempi sono stati sempre rispettati e ogni sessione ha avuto uno spazio di circa trenta minuti per la discussione.

Il secondo pregio di questa iniziativa da sottolineare e? la varieta? dei partecipanti. Ovviamente erano presenti molti professori delle universita? brasiliane, ma anche diversi rappresentanti di quelle latine americane, come F. Bravo, dell’Un. di Caracas, R. Gutierrez, della Un. di Lima, G. Marcos de Pinotti, dell’Un. di Buenos Aires); molto apprezzata, ovviamente, la presenza di T. Robinson, dell’Un. di Toronto, e il “vivace” contributo della pattuglia abbastanza numerosa degli italiani (G. Casertano dell’Un. di Napoli, F. de Luise, dell’Un. di Trento, M. Migliori, dell’Un. di Macerata, F.Trabattoni, dell’Un. di Milano, con l’aggiunta di due giovani, C. Vassallo, dell’Universita? di Napoli, e T. Lynch, dell’Universita? di Trento).

Il dibattito e? stato, di conseguenza, molto vario e interessante e in alcuni momenti anche “vivace”, ma sempre estremamente corretto.

Impossibile tentare di dire i temi che sono stati affrontati, tanti e tali sono stati i contributi. La ricchezza del testo oggetto del convegno e l’evidente impegno dei partecipanti ha infatti permesso di spaziare dalle questioni formali, sulla struttura del dialogo, a quelle etico-politiche, che sono state certamente le piu? trattate, a quelle estetiche fino alle questioni ontologiche, oggetto di alcune rilevanti riflessioni.

Basta scorrere l’elenco dei titoli per rendersene conto:

  • Maurizio Migliori (Universita? degli Studi di Macerata, Ita?lia): L’unita? della Repubblica come esempio della natura particolare della scrittura platonica.
  • Rachel Gazolla (PUC-SP): A tirania na Repu?blica: um outro em si mesmo. _ Marcelo Perine (PUC-SP): A cidade criada segundo a natureza.
  • Christian Vassallo (Universita? degli Studi di Napoli “Federico II”, Ita?lia): LEKTEON e AKOUSTEON in RESP. II. Fonti, strategie dialogiche, antropologia estetica.
  • Tosca Lynch (Universita? degli Studi di Trento, Ita?lia): Tendere le corde dell’anima: aspetti tecnico-musicali e riflessi psicologici in Resp. III.
  • Roberto Bolzani (USP): Glauco, guardia?o do lo?gos.
  • Gabriele Cornelli (UnB): Refundar a Cidade: do projeto filoso?fico- poli?tico das cidades pitago?ricas a? utopia projetual da Repu?blica de Plata?o. _ Fernando Rey Puente (UFMG): Contradic?a?o, analogia e conhecimento (Rep. VII 522C – 526C).
  • Dennys Garcia Xavier (UFU): Epe?keina te?s ousias: o Uno-Bem na Repu?blica de Plata?o.
  • Jose? Gabriel Trindade Santos (UFPB): Implicac?o?es do argumento contra os “amadores de espeta?culos” (R. V 476a ad fin.).
  • Giovanni Casertano (Universita? degli Studi di Napoli “Federico II”, Ita?lia): O bem e a linha.
  • Graciela Marcos de Pinotti (Universidad de Buenos Aires, Argentina): Plato?n frente al problema de la eficacia de la verdad. Modos de falsedad verbal segu?n Repu?blica II.
  • Fulvia de Luise (Universita? degli Studi di Trento, Ita?lia): La politica dei piaceri. Tutti gli uomini della Kallipolis.
  • Miriam Campolina Peixoto (UFMG): Demo?crito e Plata?o: o papel da alma no cuidado do corpo.
  • Delmar Cardoso (FAJE): Repensando a tripartic?a?o da alma: reflexo?es a partir de Repu?blica IV.
  • Adriano Machado Ribeiro (USP): A persuasa?o de So?crates.
  • Francisco Bravo (Universidad Central de Venezuela): De las escalas del ser y el conocer a la escala del placer, en la Repu?blica de Plato?n.
  • JAA Torrano (USP): A noc?a?o mi?tica de Theo?s, ‘Deus(es)’, na Repu?blica de Plata?o.
  • Franco Trabattoni (Universita? degli Studi di Milano, Ita?lia): Quante tesi sostiene Trasimaco nel libro I della Repubblica?
  • Maura Igle?sias (PUC-RJ): A unidade do livro X e sua ligac?a?o com os demais livros da Repu?blica.
  • Rubens Garcia Nunes Sobrinho (UFU): Cosmologia e causalidade: o mito de Er.
  • Fernando Muniz (UFF): Plata?o e a Arte: a Repu?blica.
  • Anasta?cio Borges de Arau?jo (UFPE): Os sentidos de “mais forte” na Repu?blica de Plata?o.
  • Eliane Christina de Souza (UFSCAR): Unidade, complexidade e lo?gos. _ Ge?rson Pereira Filho (PUC-Poc?os de Caldas): Pontos e contrapontos na filosofia poli?tica de Repu?blica e Leis.
  • Thomas Robinson (University of Toronto, Canada?). Is justice enough to produce eudaemonia? Some thoughts on a central issue in the Republic.
  • Rau?l Gutierrez (Pontificia Universidad Cato?lica del Peru): “El mismo logos es va?lido para lo bueno y lo malo, lo justo y lo injusto y todas las Ideas”: Repu?blica 476 a 4-5.
  • Marcelo Pimenta (UFMG): Ver e saber na Repu?blica.

Gli organizzatori hanno gia? preannunciato la “circolare” con le norme per la stampa. Si vogliono infatti stampare in modo abbastanza rapido gli Atti del convegno, in modo da metterli a disposizione degli studiosi.

L’occasione e? stata sfruttata anche per le questioni organizzative, connesse alle attivita? e alle decisioni dell’Societa? Brasiliana dei Platonismi. Inoltre si e? ripetutamente ricordato ai partecipanti l’importanza di iscriversi alla IPS e di partecipare al prossimo Symposium di Tokio.

Maurizio Migliori, Universita? degli Studi di Macerata, Italia.

 

 

2016-11-02T22:57:16+00:00 Categories: Regional reports|Tags: |